PRESENTAZIONE LIBRO ESPOSITO - Lions Club Grosseto Host - Grosseto host

LIONS CLUB GROSSETO HOST
Vai ai contenuti

Menu principale:

PRESENTAZIONE LIBRO ESPOSITO

ATTIVITA' DEL CLUB > STORIA DEL CLUB > ANNO SOCIALE 2014-2015
DA “LA GAZZETTA DELLO SPORT” (www.gazzetta.it)

"Il miglior cronista che abbia conosciuto" lo definisce Luigi Ferrajolo, presidente dell’Unione stampa sportiva italiana. Un gigante del giornalismo, a dispetto della linea esile. Franco Esposito, classe 1940, maestro di scrittura e di ironia, tre finali consecutive al Premio Bancarella Sport, ha sfornato un altro libro-gioiello: "Io vi voglio bene assai", sottotitolo "Sport, amori e giornalismo di un single involontario". Libraio in gioventù, poi firma di punta del Mattino e del Corriere dello Sport, ripercorre la sua vita e quella dei giornali in cui ha lavorato, sullo sfondo di una Napoli che ci regala mille aneddoti, sorrisi e nostalgia.
OMAGGIO — A chi vuole bene l’autore? Alla città, alla famiglia, agli amori, ai mille campioni che ha conosciuto (calcio, boxe, rugby e pallanuoto sono nel suo cuore) e che non hanno voluto mancare alla presentazione del volume, da Beppe Bruscolotti a Patrizio Oliva, da Carlo Silipo ai fratelli Franco e Pino Porzio. Un libro che emoziona, commuove, trasmette passione vera. Scrive Esposito nel capitolo 21: "Puoi essere bravo quanto vuoi, ma senza fortuna non vai da nessuna parte. Bisogna avere quello che a Napoli definiscono mazzo. La buona stella è quasi tutto per un giornalista, mamma, moglie, amica. La compagna indispensabile e irrinunciabile. L’intuito? E’ un problema, se non ce l’hai. Il naso, l’olfatto, il senso della notizia? Non si comprano, ma puoi ritenerti idoneo uguale per fare il mestiere in una certa maniera. In redazione, a passare i pezzi, a titolarli, al desk. Lavoro nobile, ma il cronista sul tamburo, sul pezzo, è una cosa diversa. Necessita comunque della buona stella, altrimenti è grigia". Un giornalista sempre equilibrato. All’inizio del libro, una delle sue citazioni preferite: "Se sei troppo dentro le cose, non le vedi più; se sei troppo lontano non le capisci". Lo ha detto il regista Amos Gitai.
Io vi voglio bene assai - di Franco Esposito - 474 pagine - Iuppiter Edizioni, 18 euro.
Franco Carrella


 
Torna ai contenuti | Torna al menu